Individuare nuove startup capaci di sviluppare progetti sostenibili e business di successo attenti agli impatti sul Pianeta, è l’obiettivo di Startup For Planet. Il programma di accelerazione proposto dal The Green Hub e sostenuto da aziende del territorio che hanno deciso di impegnarsi per affrontare la sfida alla transizione ecologica in atto e per formare giovani talenti.

Quali sono le aziende visionarie che hanno risposto alla chiamata per l’iniziativa?
Il nostro Main Partner Power Tech, i due Great Adopters Banca di Credito Cooperativo Monte Pruno e Apicella Raffaele Impianti Elettrici e Speciali e i cinque Adopters tra cui Tremil, Flex Packaging, Lenus Media, Cartesar e Youbiquo.

La collaborazione con Banca Monte Pruno per noi significa molto, essendo la loro prima partnership nel territorio cavese (la loro Filiale è stata aperta pochi giorni fa in Viale G. Garibaldi, 2 a Cava de’ Tirreni) è segno di cambiamento: impegnarsi in questo progetto per la crescita professionale di giovani e la creazione di nuove idee di impresa, attente agli aspetti ambientali e sociali, è fondamentale per il futuro della nostra società.

Il Presidente di Terra Metelliana – Circolo Legambiente Attilio Palumbo ha firmato la collaborazione insieme al Direttore Generale Michele Albanese, rappresentante dell’istituto di credito cooperativo.
Questa Banca crede molto nel nostro territorio e nelle opportunità che può offrire, Michele Albanese si è fermato per esprimere le sue considerazioni su Startup For Planet e condividere il modello d’impresa e le convinzioni che sostengono alla Banca Monte Pruno.

Di seguito la trascrizione dell’intervista con Michele Albanese.

Quando nasce Banca Monte Pruno?

Banca Monte Pruno è una banca che viene da lontano, 62 anni fa in un paesino a Roscigno – che come altri paesi del sud Italia ha subito un forte spopolamento. Parte da un gruppo di quattro persone e grazie alla volontà di questi “pionieri” questa avventura si allunga nella Valle di Diano, aprendo sportelli e acquisendo altre banche importanti. Dopo 25 anni di attività e tanti sacrifici, il punto zero della Banca è la Filiale di Teggiano, diventando il gruppo banca più grande dalla Toscana in giù. Abbiamo circa 3000 soci e la Banca si è estesa grazie ad una fusione con la BCC di Fisciano.

Il modello Monte Pruno ha la sua forza nel territorio e nei giovani, perchè ha scelto Cava de’ Tirreni?

Banca Monte Pruno dal 7 Aprile è presente su Cava de’ Tirreni con uno sportello “molto giovane”, infatti la caratteristica del nostro istituto è proprio la giovinezza sia per il recente sviluppo e che per l’età delle persone che troverete in queste filiale. La banca è affidata ai giovani e la stessa ha sviluppato strutture per giovani perchè ci crede in modo particolare. Un esempio è l’Associazione Monte Pruno Giovani formata da circa 300 ragazzi che si interessa di politiche giovanili; il Circolo della Banca che si interessa di eventi culturali, gite, opere di ripresa del territorio e attività ludiche; e infine la Fondazione Monte Pruno che si interessa del benessere dei territori su cui opera (beneficenza, ripresa del territorio e risponde ai bisogni delle persone).

Perché impiegare tanti fondi e sforzo per questa categoria?

La nostra Banca ha sempre importi da destinare a queste attività. Siamo vicini a tutte le persone e al loro territorio, non solo sotto forma di prestiti: abbiamo sempre sostenuto e riteniamo le persone come valori, che hanno una storia, una famiglia e dei bisogni. L’ascolto e la comprensione per noi è fondamentale, per questo ci immedesimiamo in loro perchè il benessere degli altri è anche il nostro. Le opere buone ci fanno alzare la mattina con tanta voglia di ricominciare il giorno dopo e fare azioni concrete, condividere e risolvere i problemi dell’altro. Per noi, l’altra persona è la persona che potrebbe darci qualcosa in più.



Cava de’ Tirreni rientra nei piani di sviluppo della nostra banca. La nostra differenza è il sapere ascoltare le persone, ho sempre detto “non siamo una banca che promette di dare condizioni migliori rispetto a quelle di altri istituti di credito, abbiamo gli stessi servizi ma perchè scegliere Monte Pruno? Perchè trova ascolto, persone che accolgono col sorriso sulle labbra, perchè non ti considera un numero ma qualcosa di differente e fondamentale”.
Siamo un istituto importante ma che ha sempre lavorato tenendo conto del proprio quotidiano e dei propri valori. I valori sono essenziali per la vita e quello che facciamo, che rientra in un contesto che ha come valori trasparenza, chiarezza, amicizia e rapporti sereni.

Per dei giovani innovatori è una fortuna poter collaborare con una Banca che condivide gli stessi punti di vista su ambiente e sviluppo sociale

Come Banca abbiamo sempre cercato di stare vicino ai giovani e in particolare vicino a quelli che alcuni potrebbero considerare visionari. Visionari non sono, i giovani sono quelle persone di cui abbiamo bisogno nel futuro, il futuro non può prescindere dai giovani di oggi. Dobbiamo avere fiducia il loro, capire che hanno capacità e attraverso l’aiuto e la messa a disposizione degli giusti strumenti coltivare le loro idee e crescere i loro progetti. Per questo oggi abbiamo firmato per impegnarci in Startup For Planet. Un’altra problematica contro cui lottiamo è lo spopolamento e la fuga di cervelli. Dobbiamo permettere a chi è stato fuori di tornare, sapendo che tornare significa trovare accoglienza, poter esprimere capacità e potenzialità. Le origini e il proprio territorio e lavorare per il proprio territorio e la propria gente non ha prezzo: noi ne siamo la testimonianza, essendo banca locale sappiamo bene cosa significa.
Crescere e crescere insieme perché senza giovani è impossibile, evitiamo di giudicarli per quello che fanno o per quello che non dovrebbero fare – probabilmente la colpa è anche nostra.

Quale consiglio date ai giovani visionari?

Consigliare qualcosa ai giovani oggi non è cosa semplice, però mi sento di poter assicurare tutta l’assistenza necessaria (non solo economia) al giovane che tenta di portare avanti il proprio sogno, è doveroso da parte nostra. Dobbiamo credere nei ragazzi e nei giovani, un giovane che porta avanti i suoi sogni e riesce a realizzarli non ha prezzo ma non ha prezzo non solo per se’ stesso ma per la società stessa. Una banca come la nostra che vuole e deve stare al fianco dei giovani, non c’è soddisfazione più grande che vedere un’azienda nascere da zero e poi crescere nel più presto possibile. Condividere con i giovani e capire che un istituto di credito come il nostro non è fatto solo di mattoni ma anche di uomini e persone che riescono a capire quali sono i bisogni e i momenti di difficoltà è tanto.. dobbiamo solo dare la spinta poi, come di dice, una volta avviata la macchina cammina da sola.

A quale valore fate più attenzione davanti alle proposte dei giovani?

Per Startup For Planet non mancheremo di valutare con attenzione i progetti dei giovani. Il nostro metodo di valutazione è uno: cercheremo di capire se il concetto è realizzabile e se a questo progetto credono davvero, quindi se è un’iniziativa per realizzare il sogno nel cassetto. La parte fondamentale sarà l’ascolto, valuteremo la loro volontà, la voglia di portare a termine questo concetto e i valori che porta avanti.

La Call for Ideas, la Fase 2 di Startup For Planet, rivolta ai giovani che possono proporre le proprie idee si aprirà presto.
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Terra Metelliana APS - Circolo Legambiente. Sede Legale in Via Guglielmo Marconi, 45 - 84013 - Cava de' Tirreni (SA) | CF: 95150570653 | info@legambientecava.it | legambientecava@pec.it | www.legambientecava.it Politica PrivacyPolitica dei Cookie (UE)

CONTATTACI

Inviaci una email e ti risponderemo presto ;)

Sending

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account