La Call for ideas “Strategia Clima” è indetta nell’ambito del Progetto “F2C – Fondazione Cariplo per il clima”, Piano di azione “Promuovere la sostenibilità ambientale a livello locale”, le cui finalità sono la mitigazione e l’adattamento al Cambiamento Climatico (diminuzione delle emissioni climalteranti, attenuazione degli impatti dei fenomeni meteorologici estremi e incremento del capitale naturale) e la sensibilizzazione e diffusione di conoscenza scientifica sugli impatti del riscaldamento globale nei confronti di istituzioni e cittadinanza.

SCADENZA

6 luglio 2020

A CHI È RIVOLTO

La Call for ideas “Strategia Clima” prevede che le idee progettuali dovranno essere presentate da partenariati obbligatoriamente costituiti da almeno tre soggetti:

un’amministrazione comunale nel ruolo di capofila che:

sia capoluogo di provincia con un numero massimo di residenti pari a 200.000 unità (al 31/12/2019);

o abbia un numero di residenti compreso tra le 70.000 e le 200.000 unità (al 31/12/2019);

oppure nel caso in cui tale comune non arrivi a un numero di residenti pari a 70.000 unità, il partenariato obbligatorio dovrà comprendere anche altri comuni, ciascuno con un numero di residenti non superiore alle 200.000 unità, fino a raggiungere la soglia di 70.000 residenti (al 31/12/2019);

e da almeno un:

ente gestore di area naturalistica a elevata importanza per la tutela della biodiversità;

e, infine, almeno da un:

ente privato non profit con esperienza in iniziative di coinvolgimento della cittadinanza nell’ambito della sostenibilità ambientale e degli stili di vita sostenibili.

In particolare, i soggetti del partenariato svolgeranno prevalentemente le seguenti funzioni:

• Comune/i: è il soggetto capofila che si attiverà per trovare risposte ai bisogni dei cittadini derivanti dagli impatti del Cambiamento Climatico (ambientali, sociali, economici) sul proprio territorio e coordinerà le azioni del partenariato;

• Ente gestore di area naturalistica a elevata importanza per la tutela della biodiversità: l’area gestita svolge rilevanti funzioni di mitigazione, contribuisce attivamente all’adattamento e fornisce servizi ecosistemici indispensabili e vitali alle aree urbane;

• Ente privato non profit: ha il compito di attivare e coinvolgere i cittadini, informandoli sulle attività in corso e sulle possibili azioni individuali coerenti con la Strategia (STC).

Le idee progettuali avranno la finalità di realizzare una Strategia di Transizione Climatica che dovrà avere un forte impatto su tutti i processi decisionali dell’amministrazione pubblica, sia nella definizione di nuove politiche locali, nell’allocazione delle risorse pubbliche sia nella realizzazione di interventi.

La Strategia di Transizione Climatica dovrà essere in grado di coinvolgere attivamente e creare sinergie positive con i partner di progetto, con i diversi portatori d’interesse del territorio e con tutti i cittadini, trattando i seguenti ambiti:

• supporto alla revisione degli strumenti urbanistici degli enti pubblici;

• adattamento al Cambiamento Climatico (es. forestazione, raffrescamento passivo negli edifici, tetti verdi, creazione di aree umide, etc.);

• mitigazione del Cambiamento Climatico (es. efficientamento energetico edifici, fonti rinnovabili, mobilità sostenibile, comunità energetiche, etc.);

• accompagnamento alla richiesta di finanziamenti regionali / nazionali / comunitari per la realizzazione delle azioni contenute nella Strategia di Transizione Climatica;

• sistemi e reti per il monitoraggio climatico (sensori, stazioni di rilevamento, etc.);

• percorsi di Capacity Building per il Responsabile della Transizione Climatica e per il personale degli enti pubblici coinvolti nel raggruppamento;

• comunicazione e attivazione dei cittadini.

Le idee progettuali dovranno contenere:

• descrizione delle principali criticità localmente rilevate in merito agli impatti del Cambiamento Climatico (dal punto di vista di ciascuno dei partner);

• descrizione della proposta che dovrà indicare le attività di massima previste nella futura strategia climatica;

• descrizione dei ruoli dei partner e della governance di progetto;

• elenco sintetico delle iniziative già avviate o che si stanno per avviare volte all’adattamento e alla mitigazione del Cambiamento Climatico nel territorio oggetto dell’idea;

• visione strategica del territorio a medio e lungo termine (5 anni e 10 anni) in relazione agli impatti del Cambiamento Climatico;

• piano economico dell’idea progettuale (utilizzare il format predisposto);

• risorse economiche a disposizione (da documentare), oltre all’impiego di personale strutturato.

Inoltre, il capofila dovrà individuare, in qualità di referente del progetto, il:

Responsabile della Transizione Climatica (o Climate Manager) con il compito di coordinare e monitorare l’implementazione della Strategia e raccogliere i risultati delle varie iniziative.

Il Responsabile della Transizione Climatica dovrà essere un funzionario dell’amministrazione coinvolta, possibilmente un dirigente già presente in organico o assunto ad hoc purché con una posizione di responsabilità, vista l’importanza del ruolo che dovrà ricoprire.

Saranno privilegiate le idee che dimostrino:

• un’elevata conoscenza del contesto territoriale di riferimento in relazione agli obiettivi del progetto;

• una descrizione di attività coerenti con il contesto territoriale, innovative e replicabili;

• un adeguato coinvolgimento di ciascun partner e un’idonea struttura di governance del progetto;

• una solida e credibile visione del territorio a medio-lungo termine in relazione al Cambiamento Climatico;

• una consistente esperienza pregressa nell’ambito del contrasto al Cambiamento Climatico a scala locale;

• adeguate risorse economiche proprie per la realizzazione delle azioni contenute nella Strategia;

• un ampio e credibile supporto da parte di altri soggetti del territorio e portatori di interesse quali, ad esempio: Università, Enti di ricerca, ATS, Scuole, Comitati di cittadini, Imprese, Associazioni di categoria, settore energetico, settore della ristorazione, settore agroalimentare, Consorzi di bonifica e irrigazione, Comunità montane, Unioni montane di comuni, etc.

Per la documentazione relativa all’idea di progetto, oltre alla compilazione della modulistica on line, si richiedono i seguenti documenti:

• lettera accompagnatoria a firma del rappresentante legale dell’organizzazione capofila (modulo scaricabile dall’Area riservata);

• accordo di partenariato (modulo scaricabile dall’Area riservata);

• lettere di adesione di altri soggetti del territorio coinvolti (in formato libero);

• piano economico dell’idea progettuale (format predisposto).

COSA FINANZIA

Il budget complessivo a disposizione per le idee progettuali che verranno selezionate (massimo due) è pari a 3.400.000 euro. Qualsiasi sia il costo della singola idea progettuale la Fondazione non coprirà più del 60% dei costi complessivi. Nel caso in cui venga selezionata una sola idea progettuale, questa potrà esaurire il budget a disposizione pari a 3.400.000 euro. Nel caso in cui le idee selezionate siano due e nel complesso la richiesta di contributo sia superiore a 3.400.000 euro, la Fondazione si riserverà la facoltà di individuare le azioni che saranno cofinanziate con il proprio contributo, chiedendo al beneficiario di adeguare conseguentemente il piano economico di progetto. Non saranno considerate ammissibili le spese riferite all’acquisto di immobili.

LEGGI IL BANDO

Leggi il bando completo cliccando qui

CONTATTI

support@fondazionecariplo.it 

numero verde 800.41.63.00 ​ attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30.

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CONTATTACI

Inviaci una email e ti risponderemo presto ;)

Sending
Il progetto è stato realizzato con il cofinanziamento dell'Unione Europea                               I partner di progetto sono  

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account

Vai alla barra degli strumenti