Oltre 20 mila ettari di foreste sono andate distrutte con gli incendi in Sardegna (a distanza di pochi giorni si sono aggiunti vastissimi altri incendi in Sicilia e Abruzzo) e pare serviranno almeno 15 anni per il rimboschimento della zona.
Ma dove abbiamo sbagliato e dove continuiamo a sbagliare?

I media stanno sottolineando il fatto che l’origine degli incendi degli ultimi giorni sia dolosa, tuttavia la realtà è che il cambiamento climatico, le condizioni territoriali e la poca attenzione favoriscono ogni anno di più la propagazione delle fiamme.
Secondo Coldiretti “lecci, roverelle e sughere secolari sono andate in fumo in aree dove saranno impedite anche tutte le attività umane tradizionali”, un danno gravissimo per il nostro Paese e il Pianeta.

Se da una parte le fiamme sono causate dall’azione di piromani, è forte anche la presenza di altri fattori che alimentano gli incendi come le alte temperature, causate dal riscaldamento globale, la mancata implementazione di sistemi per prevenire la propagazione delle fiamme e lo sfruttamento del territorio.

L’eco-istruzione attiva (l’educazione ambientale e alla sostenibilità) è il processo e la soluzione migliore che potremmo trovare, che può offrire importanti benefici sia per il processo educativo che per il benessere della società ed ecologico.

Si basa sullo stimolare, soprattutto nelle giovani generazioni, la consapevolezza del quotidiano per accrescere le conoscenze adeguate, con novità e aggiornamenti costanti, per dare gli strumenti necessari fondamentali per attuare e attivare un processo che conduca realmente al cambiamento e al miglioramento della società.

gray rock formation on seashore during daytime

Per quanto la sensibilità ecologica sia importante oggi, gran parte di noi non capisce davvero come le azioni quotidiane – il nostro coinvolgimento nei sistemi energetici dell’agricoltura, dell’industria, del commercio e dei trasporti – possano minacciare la salute e il benessere della Terra, anche con i gesti più semplici.

Il nostro uso delle risorse e i conseguenti impatti ecologici spesso sembrano invisibili o troppo lontani da noi per poterli capire completamente, ma si avvicinano sempre di più giorno dopo giorno, peggiorando di pari passo.

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Terra Metelliana APS - Circolo Legambiente. Sede Legale in Via Guglielmo Marconi, 45 - 84013 - Cava de' Tirreni (SA) | CF: 95150570653 | info@legambientecava.it | legambientecava@pec.it | www.legambientecava.it Politica PrivacyPolitica dei Cookie (UE)

CONTATTACI

Inviaci una email e ti risponderemo presto ;)

Sending

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account