Vai alla barra degli strumenti

iQ – I Quartieri dell’Innovazione è un progetto dell’Assessorato alle Politiche Sociali e al Lavoro del Comune di Napoli – Azione 3.3.1 del PON Metro Napoli “Spazi di Innovazione Sociale”, progetti NA3.3.1a “Spazi di Innovazione Sociale – Percorsi di accompagnamento al lavoro” e NA3.3.1b “Spazi di Innovazione Sociale – Percorsi di inclusione attiva”- in collaborazione con Make a Cube, Avanzi e Associazione Microlab –   che mira a promuovere inedite forme di innovazione, creatività e sostenibilità capaci di apportare trasformazioni di valore e rispondere ai bisogni dei cittadini e delle comunità di alcune aree della città metropolitana di Napoli.

SCADENZA

10 agosto.

A CHI È RIVOLTO

Gli avvisi iQ sono destinati a soggetti informali ed enti del terzo settore capaci di ideare e proporre nuovi servizi che impattino direttamente su alcune aree della Città Metropolitana di Napoli.

Attraverso iQ l’amministrazione comunale vuole stimolare l’invio di progetti di innovazione sociale da inserire in percorsi di incubazione ed accompagnamento, con l’obiettivo di contribuire a strutturarli e renderli sostenibili anche attraverso l’erogazione di contributi economici.

Le Municipalità coinvolte sono le seguenti:

Municipalità 2: Avvocata, Montecalvario, Mercato, Pendino, Porto, S. Giuseppe

Municipalità 3: Stella, S. Carlo all’Arena

Municipalità 6: Ponticelli, Barra, S.Giovanni a Teduccio

Municipalità 8: Piscinola, Marianella, Chiaiano, Scampia

Le idee progettuali candidate dovranno riguardare nuovi servizi o attività in grado di generare un impatto positivo in termini sociali, economici e ambientali:

  • Sviluppo e welfare
  • Arte e cultura
  • Inclusione e coesione sociale
  • Inserimento scolastico e lavorativo
  • Turismo sostenibile e promozione territoriale
  • Rigenerazione urbana
  • Trasformazione digitale
  • Sostenibilità e tutela dell’ambiente
  • Imprenditorialità civica
  • Formazione ed educazione

Saranno selezionate fino ad un massimo di 40 idee progettuali per gli enti del terzo settore e 20 idee progettuali per i soggetti informali, al fine di erogare i contributi a fondo perduto.         

È previsto anche un Workshop di accompagnamento allo sviluppo progettuale da ottobre 2020 a febbraio 2021 e l’attività di affiancamento personalizzato, mentoring e supporto alla rendicontazione, per un periodo di 18 mesi.

iQ dialoga con le realtà del territorio, stimolando l’emersione di nuovi progetti e servizi capaci di rispondere ai bisogni dei cittadini, rivolgendosi alle persone e organizzazioni, con l’obiettivo di rafforzare forme di intraprendenza e proattività a favore delle comunità.
iQ, si sviluppa nei quartieri, per contribuire a potenziare la coesione e le reti informali fra gli abitanti, accompagnando la nascita di processi di innovazione. In tal modo i quartieri vengono riconosciuti quali veri e propri luoghi di sperimentazione volti a incoraggiare la nascita di nuove idee, modelli di imprenditorialità sostenibile e rinnovate connessioni. L’innovazione è uno dei caratteri identitari – spesso sommersi – dei quartieri, già parte dei processi quotidiani e familiari.

iQ attiva le risorse esistenti per generare forme alternative di fruizione culturale, insoliti spazi di socialità e modelli produttivi circolari, innescando rinnovate dinamiche sociali e impatti di medio/lungo termine a favore dei territori e delle comunità.

COSA FINANZIA

Il contributo di erogazione parte da 30.000 a 50.000 € per gruppi informali pari al 95% dei costi ammissibili (co-finanziamento del 5%), mentre per gli enti del terzo settore è previsto un contributo da 50.000 a 140.000 €, pari al 90% dei costi ammissibili (co-finanziamento del 10%). Per poter accedere al contributo a fondo perduto è necessario aver usufruito del servizio di accompagnamento allo sviluppo progettuale.

Le domande, redatte esclusivamente in conformità al form predisposto, dovranno pervenire, insieme alla restante modulistica predisposta dal Comune di Napoli, entro e non oltre le ore 23:59 del 10 agosto 2020.
Le domande e i relativi allegati potranno presentarsi esclusivamente attraverso la posta elettronica certificata, all’indirizzo mercato.lavoro@pec.comune.napoli.it. La domanda dovrà essere sottoscritta con firma digitale; in alternativa, potrà essere sottoscritta con firma autografa del candidato e scansione della documentazione (compresa la scansione di un valido documento d’identità).

La valutazione dei progetti sarà svolta da una Commissione nominata dal Comune di Napoli, che selezionerà un numero massimo di 40 idee progettuali proposte da enti del Terzo settore mentre un numero massimo di 20 idee progettuali proposte da gruppi informali di cittadini.
Previa nomina della predetta Commissione, il Comune di Napoli si riserva di avviare l’istruttoria delle istanze di partecipazione pervenute anche prima della scadenza del termine

Il contributo sarà erogato a Stato di avanzamento delle attività (SAA) secondo finestre temporali di monitoraggio che saranno fissate dall’ Amministrazione (orientativamente secondo cadenza quadrimestrale) e a SALDO. La richiesta di erogazione del contributo dovrà essere accompagnata da tutta la documentazione giustificativa delle spese sostenute e quietanzate nel periodo a cui fa riferimento la finestra temporale, unitamente alla relazione sulle attività svolte. L’ultima tranche di contributo sarà erogata a titolo di SALDO a conclusione dell’intero progetto realizzato, a seguito dell’avvenuta rendicontazione finale delle spese sostenute e quietanzate, da presentare entro 30 giorni dal termine delle attività unitamente alla dettagliata relazione sulle attività svolte.

Il pagamento delle quote di contributo sarà comunque sempre subordinato: a) alla verifica di conformità delle prestazioni rispetto a quanto indicato nel progetto e nel relativo cronoprogramma; b) alla verifica di conformità delle prestazioni con quanto disciplinato nel presente avviso e negli avvisi successivi; c) alle verifiche connesse alla normativa antimafia (D.Lgs. 159/2011); d) alla verifica di regolarità del pagamento dei tributi comunali (Programma 100); e) alla verifica di correttezza contributiva ed assistenziale ovvero all’acquisizione del DURC. 

Il pagamento delle sopraindicate quote di contributo avverrà entro 60 giorni dall’accettazione della richiesta di rimborso in esito alla verifica da parte degli uffici competenti sulla regolarità della documentazione presentata e all’ammissibilità della spesa, salvo sospensioni del decorso dei termini per responsabilità del soggetto finanziato e/o di altri enti.

LEGGI IL BANDO

Leggi il bando completo cliccando qui o visita il sito http://iquartieridellinnovazione.it/.

CONTATTI

Per info: info@iquartieridellinnovazione.it 

Per supporto alla candidatura: sportello@iquartieridellinnovazione.it

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il The Green Hub è un immobile comunale gestito dall'associazione Terra Metelliana - Circolo Legambiente. CF: 95150570653 / info@legambientecava.it. Il centro ospita alcuni progetti tra cui "Green Generation Hub", avviato con il cofinanziamento dell'Unione Europea I partner di progetto sono  

CONTATTACI

Inviaci una email e ti risponderemo presto ;)

Sending

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account