La pandemia da Covid-19 ha dato una forte accelerata al fenomeno del coworking: l’utilizzo di ambienti sicuri, con un traffico di persone controllato, sono una nuova esigenza per aziende e liberi professionisti.
Ma non è tutto: lo sviluppo del “lavoro agile”, o smartworking, ha portato all’evoluzione di un’inaspettato quanto inarrestabile trend: il South Working.

Cos’è il South Working?

South Working significa svolgere smart working in una regione del Sud Italia. Un fenomeno che si è sviluppato a partire dalla primavera 2020 e che ha spinto mole persone a rientrare nelle città di origine. Oltre alla possibilità a livello personale di una migliore conciliazione tra lavoro e vita privata, il South Working potrebbe avere un impatto positivo sul territorio in termini di sostenibilità.

Il trend

Il fenomeno del South Working si pone in netto contrasto con la tendenza, consolidatasi nel recente passato, che ha visto una costante migrazione di giovani professionisti del Sud cercare fortuna nelle regioni del Nord Italia. Secondo una stima de Il Sole 24Ore, in 20 anni Milano ha guadagnato circa 100 mila residenti provenienti da altre regioni d’Italia, soprattutto dal Mezzogiorno.
Le Regioni del Sud sono state interessate da un ripopolamento dei cosiddetti “cervelli in fuga“: giovani professionisti che hanno scelto, in un periodo difficile, di continuare a lavorare nei luoghi dove sono cresciuti, riavvicinandosi agli affetti familiari.
Il trend non riguarda solo l’Italia, si è continuato a consolidare anche con le parziali riaperture degli uffici e gli ambienti di lavoro, e sembra destinato a confermarsi anche per il futuro.
A riprova di ciò The Economist a maggio ha pubblicato un’inchiesta, “Working life has entered a new era in cui si evidenzia il fatto che non sarà facile tornare nell’era “Before Covid” (prima del Covid): i datori di lavoro risparmiano sui costi ed i lavoratori apprezzano il famoso work life balance: l’equilibrio tra vita privata e lavoro.

South working, vantaggi per le imprese

Secondo una ricerca condotta da Datamining, i vantaggi individuati dalle imprese relativamente al South Working sono:

  • Orari di lavoro più flessibili
  • Contenimento dei costi legati alle sedi fisiche (affitto, servizio di pulizie, etc);
  • Accresciuta motivazione da parte dei dipendenti
  • Aumento della produttività dei lavoratori

È stato provato come la maggiore flessibilità e autonomia nella scelta dell’orario di lavoro e dello spazio in cui svolgere le proprie mansioni comporta, in generale, un aumento della propria produttività, anche per il senso di maggiore responsabilità che si percepisce nel lavorare lontani dalla sede fisica dell’azienda.

Una leva per il Sud

La parola South Working ha sintetizzato rapidamente una serie di valori che vanno oltre il semplice lavorare da casa: la riscoperta dei piccoli borghi, il ritorno in contesti più rurali, la tranquillità di uno stile di vita con ritmi più lenti e meno stressanti.
Lo stesso smartworking, se implementato con una serie di nuovi diritti, ad esempio il diritto alla ‘disconnessione’, potrebbe diventare una forma strutturale di lavoro dei giovani meridionali, che possono restare al Sud, senza essere costretti a nuove vie di emigrazione.
Il South Working può diventare una vera occasione di riscatto per le regioni del Mezzogiorno, soprattutto dal punto di vista economica. Il ritorno delle proprie risorse umane può portare un incremento della produttività sul territorio, quindi un fattore di crescita.
Un ruolo chiave lo giocano gli spazi coworking, come il The Green Hub: luoghi attrezzati per accogliere i professionisti, esprimere al meglio le loro potenzialità e creare nuovi network di competenze.

Per saperne di più visita la nostra area riservata al coworking


0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Terra Metelliana APS - Circolo Legambiente. Sede Legale in Via Guglielmo Marconi, 45 - 84013 - Cava de' Tirreni (SA) | CF: 95150570653 | info@legambientecava.it | legambientecava@pec.it | www.legambientecava.it Politica PrivacyPolitica dei Cookie (UE)

CONTATTACI

Inviaci una email e ti risponderemo presto ;)

Sending

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account